I bicchieri di carta sono divertenti ed utili ed abbiamo deciso di raccogliere tutti i modelli presenti on line.

bicchieri di carta per tutti i gusti

A tal proposito però sono doverose delle precisazioni, dal momento che, spesso e volentieri, nel gergo comune, vengono erroneamente definiti bicchieri di carta quelli che a tutti gli effetti sono prodotti in plastica.

Per capire bene a cosa ci stiamo riferendo, cominciamo col parlare di un’azienda che produce suppellettili in carta, e cioè lo Scatolificio Del Garda, che dall’anno della fondazione, 1969, realizza articoli cartotecnici (piatti, bicchieri e posate per uso alimentare, oltre a contenitori per gelateria e pasticceria, per fast food e take away, scatole per formaggini, linea caffè, e la gamma di prodotti biodegradabili al 100% che comprende bicchieri in cartoncino, posate in legno, contenitori misti in foglia di palma e in polpa di cellulosa), ed è attualmente leader in Italia nella produzione di stoviglie monouso per alimenti non di materiale plastico.

L’azienda caratterizza i suoi prodotti con grafiche generiche, private label (marche private), e personalizzate con i brand, tant’è che anche importanti marchi internazionali del settore alimentare si servono da anni da questo produttore di packaging personalizzati.

Per dirla in termini molto semplici: pensate al secchiello dei pop corn che trovate al cinema, piuttosto che alla vaschetta dell’insalata acquistata al supermercato che vi portate in ufficio per il pranzo, al bicchierino di caffè a portare dell’autogrill, al bicchiere per le bibite di Mcdonald’s: ecco, questa è una parte della produzione dello Scatolificio Del Garda!

Il ciclo produttivo dei bicchieri di carta

Ma come vengono prodotti i bicchieri in carta acquistabili on line (non solo al Del Garda, ma presso qualsiasi altro fornitore)?

Le fasi del processo produttivo prevedono:

  • la definizione degli aspetti tecnici e grafici, con la scelta dei materiali e dei colori, e la realizzazione del programma di lavoro
  • la composizione elettronica dell’impianto, tramite hardware e software grafici, comprendente anche una prova di stampa sul supporto reale scelto dal cliente e, in seguito all’approvazione di questi, il trasferimento del file grafico dai computer alle lastre
  • la realizzazione delle schede digitali (a partire dalle lastre) che guidano il lavoro delle macchine, dalle quali il prodotto stampato esce già pronto per la lavorazione successiva
  • lavorazione del foglio stampato tramite fustelle realizzate al laser
  • laminatura, termo-formatura, piegatura e incollaggio del prodotto fustellato
  • imballaggio e confezionamento in bancali del prodotto finale, che poi parte e raggiunge i magazzini dei clienti in Italia e nel mondo.

Non c’è bicchiere di carta senza coperchio!

Una delle produzioni di punta dell’azienda di cui sopra riguarda i bicchieri in cartoncino per bevande fredde, di varie misure e dimensioni, dotate di relativo coperchio in polistirene su misura.

Invenzione risalente agli anni Ottanta, quello dei coperchi per i bicchieri di caffè è un mercato più grande di quanto si possa credere. Ma a chi ascrivere questa invenzione? Impossibile dirlo senza tema di essere smentiti, tante sono le tipologie sul mercato: eppure si può sostenere che William e Kenneth Dart – della Dart Container Corporation – crearono uno dei primi tappi depositando un brevetto nel 1981.

Papstar 85494 Bicchieri di cartone Winter Time, 0,2 L

PAPSTAR - Strumenti e hardware

10,34 EUR
Sale
Papstar 14808 Brown 50pc(s) cup/mug - cups & mugs (Single, 0.2 L, Brown, Paper, 50 pc(s), 91 mm)

Papstar - Prodotti per ufficio

13,10 EUR - 2,60 EUR 10,50 EUR
Bicchieri Carta Puffi pz.8 - ml.266

COMOGIOCHI SRL a socio - Cucina

A proposito dei bicchieri di carta di Starbucks

Come visto in precedenza, lo Scatolificio Del Garda ha una linea specifica di prodotti biodegradabili al 100%: questo ci spinge a chiederci se i bicchieri in carta siano o meno amici dell’ambiente.

La questione è alquanto spinosa, soprattutto per quanto concerne le suppellettili in carta atte a contenere bevande calde, che presentano un rivestimento interno in plastica.

È per questo che la Starbucks ha iniziato a testate bicchieri in materiali interamente riciclabili.

Fondata nel 1971 da tre amici, ma decollata nei primi anni ’80, quando l’allora amministratore delegato, dopo un viaggio in Italia, decise di importare in patria alcuni dei prodotti nostrani, il colosso del caffè a stelle e strisce si caratterizza proprio per il fatto che le bibite non vengono gustate in tazze di ceramica o vetro, bensì in contenitori di plastica o di cartone non riutilizzabili… almeno fino a qualche mese fa, dal momento che la multinazionale ha deciso di introdurre contenitori per bere che possano essere riadoperati: per un dollaro i consumatori potranno acquistare una tazza plastificata da riutilizzare, insieme ad un servizio di lavaggio in-store qualora il cliente fosse impossibilitato a provvedere da solo.

Se poi si decidesse di fare come la diciannovenne americana Carrah Aldridge, allora anche i bicchieri di cartone di Starbucks si potrebbero nobilitare: la giovane ha pensato di farne il supporto per una vera e propria collezione d’arte, dominata dai colori che seguono l’andamento delle stagioni, con il logo e il viso della sirena ritratta che cambiano sempre identità e forma, ispirandosi alle opere di Kristina Webb, un’artista che disegnava sulle tazze.

I bicchieri di carta per le feste made in Ikea!

Tornando all’esigenza iniziale di organizzare una festa domestica per il compleanno di vostro figlio, chiarito che il consiglio è quello di adoperare suppellettili in carta, sappiate che è possibile farne rifornimento anche da Ikea: la serie in questione si chiama Mytisk, ha una capacità di 25 cl, è venduto in confezione da 6 pezzi al costo di 1,50 euro, Caratteristiche principaliè stato progettato dalla designer Maja Sten, e può essere riciclato, essendo costituito di carta e sbiancato senza cloro, o anche, come si legge sul sito del colosso del mobile svedese, “usato per recuperare energia, se il proprio comune di residenza prevede questa possibilità”.

Allo stesso costo anche la versione da 35 cl con decoro differente: mentre il primo presenta su sfondo blu personaggi come volpi, topolini e castori intenti a far festa tra torte e lecca lecca, questo presenta una fantasia geometrica piuttosto elaborata (e pure un poco psichedelica!).

Per 4,99 euro è poi possibile abbinare ad ognuno di questi servizi di bicchieri in materiale cartaceo riciclabile e non plastico, anche un set delle feste composto da 18 pezzi (comprendente 6 sacchetti per caramelle, 6 tovagliette e 6 scatole per popcorn).

Chi dice poi che i bicchieri di carta colorati servano solo per dissetare i piccoli ospiti alla famigerata festa di compleanno di vostro figlio? Su bakerross.it spendete 3,55 euro per una confezione da 24 bicchieri (e 10 per 3 pacchi) e vi assicurate delle suppellettili in 4 colori, ideali per dare sfogo a creatività e fantasia, da decorare o utilizzare per modelli pop-up e giochi (e potete pure prendere spunto dalle immagini!).

Fonte per immagine: Donna moderna